venerdì 27 maggio 2011

Avril Lavigne, una vecchia con lo sk8

C'è una canzone dei Courteeners che dice “you're not 19 forever, pull yourself together”. Chiaramente, Avril Lavigne non ha l'ha mai sentita.

Nel suo nuovo video, “Smile”, la signora Lavigne ripropone il modello Barbie punkettina teenager, nonostante il suo ventottesimo compleanno (28 anni!) sia in arrivo, ed il periodo della ribellione adolescenziale sia passato da un bel po'.




Non che pretendessi una trasformazione tipo Madonna, o anche Britney Spears, ma Avril Lavigne è ancora identica a quando era minorenne e non aveva un divorzio alle spalle.

Calcolando che non è la prima né sarà l'ultima a non sapersi vestire in maniera age-appropriate, non dovrei trovarmi a criticare una trentenne con le bombolette spray e l'aria da bimbaminkia disperata. Saranno affari suoi, no? No.

Non sono stati i capelli verde evidenziatore, a sconvolgermi.

Ricordo benissimo quando Avril aveva l'espressione di un cucciolo di leone sperduto, la cravatta e cantava “Complicated”. Avevo dodici anni e, a posteriori, vorrei tagliarmi la lingua per averla considerata punk, ma sul momento rappresentava l'opposto di Britney Spears e mi piaceva.

I suoi testi esprimevano, in maniera stupida e semplicistica, la prospettiva di una ragazza un po' tagliata fuori dal giro cool. Non erano i Nirvana, ma per una che non aveva idea di chi fosse Kurt Cobain, Avril Lavigne bastava e avanzava.

Quando ha sfondato, la signora Lavigne aveva 17 anni. Nel 2011, ne ha 27 e dopo essere diventata una star, essersi sposata, aver mollato il marito e averne fatte di ogni, è ancora legata agli stessi temi, solo che affrontati in maniera peggiore.

2002 – Sk8r Boi: “Does your pretty face see what he's worth?”
2004 – My Happy Ending: “All this time you were pretending, so much for my happy ending”
2005 – He Wasn't: “He never made me feel like I was special, he isn't really what I'm looking for”

Fino a qui, tutto bene. Fondamentalmente si parla di ragazzi stronzi e di quanto lei si senta sola e sottovalutata, il che va anche bene.

2006 – Girlfriend:
1) “Hey! Hey! You! You! I don’t like your girlfriend! No way! No way! I think you need a new one Hey! Hey! You! You! I could be your girlfriend!”
2) “don’t pretend I think you know I’m damn precious, and hell yeah I’m the motherfucking princess”
3) “she's like so whatever, you can do so much better”

La prima volta che ho sentito “Girlfriend”, ho pensato che fosse una presa per il culo. Avril Lavigne, principessa dei giovani ribbelli, stava davvero cantando un inno al rubare il ragazzo ad un'altra?

2008 – The Best Damn Thing:
1) “Where are the hopes, where are the dreams, my Cinderella story scene?”
2) “Me, I'm a scene, I'm a drama queen I'm the best damn thing that your eyes have ever seen.”

Da “che tristezza, mi ha lasciato” a “perché cazzo non mi tratta come se fossi la regina del mondo?!”.

Nel frattempo, anche Avril è diventata grande, ma continua a cantare (beh, dai, chiamiamolo cantare) di storie da teenager.
Ma quando l'ascoltavo io e parlava di cose normali per una canzone pop, mentre ora i suoi testi sono peggio di quelli di Kesha. Solo che Kesha ha 22 anni. Non 28.

Il nuovo singolo dell'inizio, Smile, inizia con: “You know that I'm a crazy bitch, I do what I want when I feel like it. You know I wanna lose control.”
Al di là della pregevole citazione da Gossip Girl, Avril Lavigne si agita con una coroncina in testa fingendo di suonare la chitarra, “Cause you're fucking crazy rocknroll”, e dopo un po' si chiede “What did you put in my drink?”.

Il ritornello poi ci butta di nuovo nel mondo dello zucchero, ma questo non cambia la realtà delle cose: questa donna viene venduta come una ragazzina scapestrata a gente che, quando lo era davvero, portava il pannolone.

Solo che invece di dire che essere un po' sfigati va bene, consiglia di sbronzarsi fino a perdere la coscienza e poi “wake up with a new tattoo”.

Ne è passato di tempo, da quando non voleva darla al suo moroso in “Don't Tell Me”.

3 commenti:

sofia guiotto ha detto...

Quando ho visto il video di What the hell ho pensato ma è uguale a complicated solo che adesso guida la macchina!

scimmia gialla ha detto...

tra le bambine truccate e vestite da 19enni e le 28enni truccate e vestite sempre da 19enni sembra che la donna dovrebbe nascere e morire congelata nei suoi 19 anni... aiutoooo

Coco ha detto...

Cosa vuoi aspettarti da una che fa musica commerciale?
Per il modo di vestire la trovo una cosa un pò idiota.
Non ho capito che c'è di male nel continuare a vestirsi come gli pare e piace anche se ha 28 anni,a parte il fatto che lei se lo può permettere!Ma poi perchè dovrebbe farlo?Perchè quando si arriva ad una certa età bisogna necessariamente essere in quel modo anche se dentro si è diversamente e i gusti nel vestirsi non sono cambiati?Bah!

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

 
Powered by Blogger